01722nam0a22003491i 450 CUB022120420221127004831.0IT1899 2567 SBN20001223d1899 ||||0itac50 baitaitz01i xxxe z01nAstuzie sottilissime di bertoldo dove si sente di un villano accorto, che dopo vari e strani accidenti, alla fine, pel suo raro ed acuto Ingegno, vien fatto uomo di Corte e regio consigliere, con l'aggiunta del suo testamento e altri detti sentenziosioperetta piena di moralità e di spassoFirenzeTip. Adriano Salani Edit.189916 fig. p. 240.Croce, Giulio Cesare <1550-1609>CFIV026833Dalla Lira, GiulioAUFV000977Croce, Giulio Cesare <1550-1609>Miranda, SallustioAUFV000978Croce, Giulio Cesare <1550-1609>Sallustio MirandaAUFV000979Croce, Giulio Cesare <1550-1609>Accademico FrustoAUFV000980Croce, Giulio Cesare <1550-1609>Accademico CalcanteAUFV000981Croce, Giulio Cesare <1550-1609>Accademico Bizzarro CapricciosoAUFV000982Croce, Giulio Cesare <1550-1609>Della Croce, Giulio CesareAUFV000983Croce, Giulio Cesare <1550-1609>Tabarin CanaiaUBOV059534Croce, Giulio Cesare <1550-1609>ITIT-FI009820001223IT-FI0098 Bibl. Nazionale Centrale Di Firenze1 v. CFMAGL. 6.8.527CF99 000835996 C VMB 1 v.MAGL.6.8.52720021201 CFBKBK