03711cam a2200313 n 450 TD1308639820130703000116.0TDMAGDIG20190501d2013 --k--ita-50----ba itL'opera di Mons. Angelo Giuseppe Roncalli, visitatore e delegato apostolico in Bulgaria (1925-1934), alla luce delle nuove fonti archivistiche. Studio Storico-diplomatico e silloge documentariaTesi di dottoratoUniversità Cattolica del Sacro Cuore2013-04-16T00:01:00ZMILANOdiritti: reservedtesi di dottoratoSPS/06: STORIA DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALIUniversità Cattolica del Sacro CuoreIl decennio bulgaro di Mons. Angelo Giuseppe Roncalli (1925-1934) è un capitolo importante nella vicenda biografica di un uomo che, eletto Papa nel 1958, avrebbe segnato una svolta importante nel cammino verso l’unità delle Chiese cristiane: lo sviluppo della sensibilità ecumenica. In Bulgaria egli fu Visitatore apostolico con il compito soprattutto di provvedere ai gravi bisogni della piccola e disastrata comunità cattolica. L’incarico, inizialmente a termine, si trasformò in una permanenza decennale durante la quale il rappresentante della Santa Sede pose le basi per la fondazione di una Delegazione apostolica; egli stesso, infatti, ne fu nominato primo rappresentante. Scopo di questa tesi di dottorato è offrire una ricostruzione della missione di Mons. Roncalli in Bulgaria nell’ottica storico-diplomatica, basata, grazie all’apertura degli Archivi Vaticani dei fondi del Pontificato di Pio XI (6 febbraio 1922 - 10 febbraio 1939), su un lungo e attento studio archivistico.Monseigneur Angelo Giuseppe Roncalli’s Bulgarian decade (1925-1934) is an important chapter of the men who, elected Pope in 1958, was able to lead the first steps of change in bringing together Christian churches: the transformation of ecumenical sensibility. He was Apostolic Visitor in Bulgaria and his important mission was focused on looking after the problematic catholic community. At the beginning, Mons. Roncalli’s permanence was supposed to be temporary, but it easily was transformed in ten very important years of catholic mission. The Holy See’s representative indeed established the Apostolic Delegation in Bulgaria becoming himself the first representative on charge. The hereby presented purpose is offering to wide audience a specific reconstruction of Monseigneur Angelo Roncalli’s operation in Bulgaria through a historical and diplomatic look. The accomplishment of this study is completely based on the newly unearthed documents of Pope Pius XI treasured in the Vatican Secret Archives.Adobe PDFThe mission of the Apostolic Visitor and Delegate Monseigneur Angelo Giuseppe Roncalli in Bulgaria (1925-1934). Historical and diplomatic study based on the newly unearthed archival documents.diplomazia pontificia, storia delle relazioni internazionaliSPS/06 STORIA DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALITDRKARTALOFF, KIRIL PLAMENCOLOMBO, PAOLODE LEONARDIS, MASSIMOITIT-FI0098http://memoria.depositolegale.it/*/http://hdl.handle.net/10280/1874http://hdl.handle.net/10280/1874http://memoria.depositolegale.it/*/http://tesionline.unicatt.it/bitstream/10280/1874/1/KK_PhDT_TOMO%20I_Testo%20completo%20[1]%20+%20ringraziamenti.pdfhttp://tesionline.unicatt.it/bitstream/10280/1874/1/KK_PhDT_TOMO%20I_Testo%20completo%20[1]%20+%20ringraziamenti.pdf CRCFTDTD