IMPATTO CLINICO DELLA METODICA DEL CONTEGGIO DEI CARBOIDRATI IN SOGGETTI AFFETTI DA DM1 NELLA REAL LIFE: FOLLOW-UP A 2 DUE ANNI [Tesi di dottorato]
Università degli Studi di Milano, 2015-12-17
IMPATTO CLINICO DEL COUNTING DEI CARBOIDRATI IN SOGGETTI AFFETTI DA DM1 NELLA REAL LIFE: FOLLOW-UP A 2 DUE ANNI INTRODUZIONE: il counting dei carboidrati (CHO) è la strategia nutrizionale raccomandata per il miglioramento del controllo glicometabolico in pazienti con DM1. L’aumentata flessibilità alimentare raggiunta dai chi applica tale metodica a lungo termine può incidere negativamente sulla qualità dello stile alimentare. SCOPO: Valutare l’impatto del CHO-counting sul compenso glicemico, sulla composizione corporea e sullo stile alimentare in soggetti con DM1 in un follow-up di 24 mesi (T24). METODI: 51 soggetti con DM1 (30F/21M; età 36.2±9.8) sono stati randomizzati nel gruppo di intervento counting (n=25, educati alla pratica del conteggio) e nel gruppo di controllo (n=26, non educati a tale metodica). Livello di HbA1c, Fabbisogno Insulinico Giornaliero (FIG), indici di variabilità glicemica (HBGI, LBGI), % di glicemie postprandiali a target (%PPG), BMI, massa grassa (FM) e dati nutrizionali [intake di zuccheri semplici (s-CHO), grassi saturi (SF), colesterolo, fibra, proteine di origine vegetale (VP)] sono stati valutati tra i 2 gruppi al basale (T0) e al T24. RISULTATI: Al T0 i 2 gruppi erano comparabili. Rispetto ai controlli, al T24 i soggetti del gruppo counting hanno mostrato una riduzione significativa del livello di HbA1c (controlli vs counters: +0.53±0.81 vs -0.65±0.54; p<0.01) della FM (+1.81±3.91 vs -2.45±4.54; p<0.01) e del BMI (+0.58±1.48 vs -0.30±1.32; p=0.03); hanno mostrato anche un aumento della %PPG a target (-2.49±11.84 vs +13.85±13.06; p<0.01) e una tendenza alla riduzione di FIG, HBGI e LBGI. Dal punto di vista nutrizionale questi soggetti hanno ridotto in modo significativo (p<0.01) l’intake di s-CHO (+10.31% vs -11.59%), colesterolo (+2,10% vs -30,08%) e SF (+9.63% vs -17.64%) e aumentato significativamente (p<0.01) il consumo di fibra (-8.59% vs +50.43%) e VP (-10.63% vs +30.19%). CONCLUSIONI: Il counting si è dimostrato efficace nel raggiungere e mantenere un miglior controllo glicemico. I soggetti che applicano tale metodica, ponendo attenzione ai CHO presenti negli alimenti, a lungo termine aumentano anche la sensibilità verso altri aspetti nutrizionali fondamentali per il miglioramento dello stile alimentare..
diritti: info:eu-repo/semantics/openAccess
tutor: L. Fugazzola ; correlatore: A. Poletti
FUGAZZOLA, LAURA
Settore MED/13 - - Endocrinologia


Tesi di dottorato. | Lingua: Italiano. | Paese: | BID: TD16002260