Caruso, Giuseppe
Il paesaggio vegetale della valle del Torrente Uria (Catanzaro) [Tesi di dottorato]
Università Politecnica delle Marche, 2014-03-03 : Italy, 2014-04-03T12:17:46Z

La Calabria è una delle regioni italiane meno conosciute dal punto di vista geobotanico. Scopo di questa ricerca è realizzare uno studio floristico, fitosociologico e sinfitosociologico del bacino idrografico del Torrente Uria (Catanzaro). L’area di studio (72,8 Kmq), presenta un range altitudinale 0-1300 m s.l.m., una complessa geomorfologia (faglie, pendii scoscesi, rupi, gole) ed una vasta diversità di substrati. La flora vascolare conta 846 specie (454 generi, 107 famiglie): 1/3 della flora regionale su 1/200 della superficie. Numerose sono le specie di interesse fitogeografico (Pteris cretica, Osmunda regalis, Paraceterach marantae, Woodwardia radicans, Ephedra distachya, Acer lobelii, Helianthemum jonium, Berteroa obliqua, Dianthus vulturius, Lomelosia pseudisetensis, Armeria brutia, Salix brutia, Tilia platyphyllos ssp. pseudorubra, Stipa oligotricha, Typha minima, Veronica anagalloides, Platanus orientalis). Tra le endemiche (4,6%) anche una specie (Centaurea calabra) recentemente descritta per questo territorio nell’ambito di questa ricerca. Il risultato dello studio fitosociologico è rappresentato dall’individuazione di numerose associazioni, serie di vegetazione e geosigmeti. Vengono segnalate associazioni rare, alcune per la prima volta in Calabria (Cheilantho maderensis-Notholaenetum marantae, Helianthemo jonii-Thymetum capitati, Petasiti hybridi-Platanetum orientalis) ed anche nuovi sintaxa (comunità a Dianthus vulturius e Centaurea calabra, Gypsophilo arrostii- Stipetum olotrichae, Gypsophilo arrostii-Hyperrhenietum hirtae, Anthyllido maurae-Lomelosietum pseudisetensis, Euphorbio arbusculae-Alnetum glutinosae, Drymochloo exaltatae-Platanetum orientalis). Nell’area di studio si riscontra la presenza di 14 habitat della Direttiva 43/92 CEE, i quali complessivamente occupano il 29,1% del bacino idrografico. Tra essi alcuni sono habitat prioritari (5230, 9180, 9210, 9530), mentre altri non risultano inclusi nella Rete Natura 2000 della Calabria (92C0 Foreste di Platanus orientalis e Liquidambar orientalis). A salvaguardia di un simile patrimonio naturale dalle minacce esistenti nell’area si propone l’istituzione ex-novo, su base geobotanica, del Sito di Interesse Comunitario “Valle del Torrente Uria”, primo nucleo di un futuribile Parco Naturale Regionale della Presila.

BIO/03 - - Botanica ambientale e applicata


Tesi di dottorato. | Lingua: it. | Paese: | BID: TD16051531