STOYANOVA, IVA
Gallery Vittorio Emanuele II in Milan. The iron-glass cover: innovation, conservation, continuity [Tesi di dottorato]
Politecnico di Milano, 2015-06-26

La Galleria Vittorio Emanuele II costituisce uno dei più importanti esempi di gallerie commerciali ottocentesche ancora esistenti in Europa. La storia della sua ideazione come operazione urbana su larga scala nel cuore della Milano ottocentesca, della sua progettazione architettonica e della sua costruzione riflettono significativi eventi storici nazionali e complessi valori culturali. Come tale essa rappresenta un patrimonio particolarmente ricco e emblematico, all’origine di una nuova architettura monumentale urbana, apprezzata, fin dalla sua inaugurazione, non soltanto in Italia, ma anche in ambito internazionale. Tra le sue caratteristiche principali è la copertura in vetro e ferro, le cui dimensioni e impatto ambientale erano per lo più inedite nelle gallerie precedentemente costruite. La tesi ripercorre la storia del progetto e della realizzazione della Galleria facendo tesoro degli studi già effettuati, ma sviluppando con nuovi documenti e nuove considerazioni il tema della copertura. Particolarmente ammirata a livello nazionale come potente rappresentazione dell’architettura in vetro e ferro, la copertura in ferro e vetro è stata quindi oggetto di una più approfondita investigazione nei termini delle tecnologie costruttive originali, della creatività, del risultato spaziale e effetto monumentale. Fonti recentemente scoperte hanno permesso di “riassemblare” la sua logica costruttiva nel dettaglio. L’analisi comparativa con precedenti passages, quali le Galeries Saint Hubert di Bruxelles, hanno inoltre messo in luce sulla base di considerazioni tecniche e estetiche, la profonda relazione che sussiste tra la soluzione tecnologica e l’impatto monumentale ricercato da Giuseppe Mengoni: il progettista della Galleria. La ricerca sul divenire nel tempo della Galleria e, soprattutto, delle sue parti in ferro e vetro dal punto di vista delle problematiche, degli approcci e delle tecniche utilizzate, ha rivelato come i meriti originali della costruzione siano sopravvissuti a molteplici casi di manutenzione straordinaria e ordinaria, così come alla massiccia ricostruzione avvenuta dopo la Seconda Guerra Mondiale. L’obiettivo della tesi non è stato solo quello di mettere in luce la tecnologia del diciannovesimo secolo, le idee creative e la storia degli interventi ma anche di definire l’identità della copertura d’oggi come un complesso di valori storici, technologici e architettonici. Inoltre, si è mirato a promuovere tale identità come meritevole di un approccio multidisciplinare che rispetterà la sua complessa natura nelle future campagne di conservazione.

diritti: info:eu-repo/semantics/openAccess
SELVAFOLTA, ORNELLA
ICAR/18 - STORIA DELL'ARCHITETTURA


Tesi di dottorato. | Lingua: en. | Paese: | BID: TD16090548