S. Spina
LA SENTENZA COME DECISIONE MOTIVATA. INDAGINE SULLE RAGIONI DELLA MOTIVAZIONE GIUDIZIARIA [Tesi di dottorato]
Università degli Studi di Milano, 2017-03-17
La presente tesi propone un’articolata riflessione sui vari modelli di sentenza concretamente rinvenibili nell’esperienza giuridica dell’Europa occidentale, dei quali viene offerta la seguente tipologia: (a) il modello di sentenza come “decisione parzialmente motivata”, proprio dell’esperienza romana; (b) il modello di sentenza come “decisione non motivata”, proprio dell’esperienza pre-moderna; (c) il modello di sentenza come “decisione motivata”, che segna il passaggio dall’età pre-moderna a quella moderna; (d) e il suo immediato sviluppo, rappresentato dal modello di sentenza come “decisione necessariamente motivata”. In particolare, la tesi si sofferma sull’analisi dei due opposti modelli: (b) della sentenza come “decisione non motivata” e (c) della sentenza come “decisione motivata”, dei quali vengono indagate le ragioni giustificative (o giustificazioni), corrispondenti, rispettivamente, ad altrettante risposte alle domande: “perché non motivare la sentenza?” e “perché motivare la sentenza?”. Scopo della tesi è mostrare che le “ragioni per motivare” la sentenza – che vengono identificate nei principi: (A) di legittimazione “tecnica” del giudice, (B) di sindacabilità (o controllabilità) della sentenza e (C) di separazione dei poteri – sono opposte e speculari alle “ragioni per non motivare” la sentenza – che vengono invece identificate nei principi: A) di autorità, B) di in-sindacabilità (o in-controllabilità) della sentenza e C) di concentrazione dei poteri..
diritti: info:eu-repo/semantics/openAccess
In relazione con info:eu-repo/semantics/altIdentifier/hdl/2434/465042
LUZZATI, CLAUDIO RAFFAELE
relatori: Claudio Luzzati
Vito Velluzzi ; coordinatore: Claudio Luzzati
LUZZATI, CLAUDIO RAFFAELE
VIGANO', FRANCESCO
Settore IUS/20 - - Filosofia del Diritto


Tesi di dottorato. | Lingua: Italiano. | Paese: | BID: TD18002568