RIBEIRO BRITO, DANIEL ALEXANDRE
Il brand "Made in Italy": l'importanza dell'Italia come paese d'origine, le sue sfide nel mercato e la percezione del consumatore [Tesi di dottorato]
Modena & Reggio Emilia University, 2018-12-10

L’obiettivo della presente tesi è quello di analizzare il Made in Italy concepito come un vero e proprio brand. Difatti, il paese di origine di un prodotto può essere considerato come un asset immateriale, in grado di influenzare il comportamento del consumatore durante il processo d’acquisto. Nello specifico, l’industria Made in Italy è caratterizzata da un paese d’origine molto particolare, a causa delle caratteristiche storiche, culturali, geografiche e industriali del paese Italia. Verrà quindi presentata una panoramica dei più importanti settori del Made in Italy, oltre ad un’analisi critica delle sfide che questo particolare tipo di brand deve affrontare nel mercato di oggi. Oltre a questo, verrà discussa l’importanza dell’origine del prodotto come fattore chiave nel processo d’acquisto, con particolare attenzione alla percezione del paese Italia da parte del consumatore. L’analisi si avvarrà di due diversi tipi di approcci: in primo luogo, il Made in Italy verrà analizzato in maniera teorica, grazie alla numerosa letteratura esistente in merito; in seguito, verrà utilizzato un approccio sperimentale, in modo da esaminare il tema del Made in Italy da due diversi punti di vista: quello delle imprese, attraverso una serie di interviste a testimoni privilegiati di aziende italiane, e quello del consumatore, grazie ad un questionario sulla percezione del valore del Made in Italy. Nel capitolo I verrà osservato il concetto di brand e la sua importanza nel marketing mix del prodotto, spiegando le ragioni per le quali un’efficiente strategia di marca può risultare fondamentale per il successo dell’azienda. Ai fini di questa tesi, una sezione del capitolo verrà interamente dedicata all’importanza del paese di origine del prodotto. Nel capitolo II verrà analizzato il Made in Italy attraverso la sua storia, le sue eccellenze e peculiarità. Difatti, lo sviluppo storico e culturale ha contribuito a delineare un’idea e un’immagine ben definita del paese Italia, e di conseguenza ha influenzato l’apprezzamento del mercato nei confronti delle aziende e dei prodotti Made in Italy. Il capitolo III introduce la prima parte dell’approccio sperimentale. Col fine di ottenere un riscontro diretto da un punto di vista aziendale, le caratteristiche e le sfide più importanti del Made in Italy nel mercato verranno discusse direttamente con export manager, esperti di marketing e proprietari di aziende italiane: Levoni S.p.A, Tessilarte, Salvatore Ferragamo e Pezzatini & Partners. Nel capitolo IV invece verrà analizzata la prospettiva del consumatore attraverso un questionario distribuito a persone di diverso genere, età, nazionalità e livello di istruzione, con l’obbiettivo di capire se l’Italia, intesa come paese d’origine di un prodotto, svolge ancora oggi un ruolo distintivo nel processo d’acquisto del consumatore. Attraverso la combinazione tra approccio teorico e sperimentale, il lettore potrà ottenere una visione di insieme sull’importanza del Made in Italy, capire sia i suoi punti di forza sia gli aspetti che ancora devono essere migliorati, ed infine ottenere una panoramica sul grado di apprezzamento del brand Italia da parte dei consumatori.

diritti: info:eu-repo/semantics/openAccess
application/pdf
LUPPI BARBARA
BALBONI BERNARDO


Tesi di dottorato. | Lingua: it. | Paese: | BID: TD20022571